Tag

, ,

Come promesso, eccomi con la seconda parte del post dedicata a Sync, SkyDrive Pro e la versione di Office necessaria sul nostro client (per chi se la fosse persa, questa è la prima: SharePoint 2013, Drag and Drop, SkyDrive Pro: Quale versione di Office? – Part 1), ma prima un po’ di ordine su cosa sia SkyDrive Pro, in confronto, soprattutto, con il quasi omonimo e gratuito spazio di archiviazione on the cloud noto con il nome di SkyDrive.

SkyDrive è un’area di archiviazione online gratuita che offre una raccolta personale nella quale è possibile caricare e visualizzare file da qualsiasi dispositivo. Sostanzialmente, chiunque può sottoscrivere questo servizio e cominciare ad archiviare i propri files nella nuvola, decidendo in totale libertà dove consultarli, con quale supporto accederli (pc, smartphone, tablet, …) e con chi condividerli.

SkyDrive Pro offre una raccolta personale per l’attività aziendale (business storage), nella quale è possibile caricare e visualizzare documenti, foto e altri file dal proprio computer.

SkyDrivePro è una feature
di SharePoint Server 2013 (o di Office 365) focalizzata sull’utente e può essere vista come un’evoluzione del My Site delle precedenti versioni di SharePoint. Affinché questa feature sia disponibile è necessario che i personal sites siano deployati all’interno dell’organizzazione e che gli user profiles siano up and running, dato che le social feaures (come la possibilità di condividere i documenti) dipendono per l’appunto da questi ultimi.

Capito il concetto chiave (cosa sia SkyDrive Pro (target: business) e quali siano le differenze con SkyDrive (target: consumer)) veniamo al topic centrale del post: la versione client di SkyDrivePro e la possibilità di sincronizzare files offline/online.

L’applicazione client di SkyDrive Pro funziona come SharePoint Workspace introdotto in Office 2010 per SharePoint 2010: sincronizza il contenuto online con una cache office di modo che i files siano sempre accessibili a prescindere dalla disponibilità di una connessione internet. Una volta avviata la sincronizzazione, sarà possibile consultare i files offline da Windows Esplorer.

Figura 1 – Applicazione client di SKyDrive Pro

Attenzione: ad essere sincronizzato può essere qualsiasi library di SharePoint, ovvero sia lo spazio SkyDrivePro descritto nelle righe sopra, sia una qualunque altra library di cui vogliamo portarci una versione offline:

Figura 2 – Sincronizzazione dello spazio SkyDrive Pro (Step 1)

Figura 3 – Sincronizzazione dello spazio SkyDrive Pro (Step 2)

Figura 4 – Sincronizzazione dello spazio SkyDrive Pro (Step 3)

 

Figura 5 – Sincronizzazione di una library generica (Step 1)

Figura 6 – Sincronizzazione di una library generica (Step 2)

Figura 7 – Sincronizzazione di una library generica (Step 3)

Figura 8 – Esplora risorse e accesso ai files offline

SkyDrive Pro Client è disponibile solo se Office 2013 nella versione Standard o Professional è installata sul nostro pc (o se si è sottoscritto un piano di Office 365 che includa Office 2013), pc con sistema operativo Windows (7 o 8). Attualmente la versione client nativa di SkyDrive Pro non è disponibile per altri tipi di sistemi operativi.

Prima di salutarci, altre considerazioni da non sottovalutare relative ai limiti:

  • È possibile sincronizzare fino a 20.000 items nella library di SkyDrive Pro, inclusi cartelle e files.
  • È possibile sincronizzare fino a 5.000 items per ogni altra raccoltadi SharePoint, inclusi files e cartelle.
  • In qualsiasi library, è possibile scaricare file fino a 2 GB.
Annunci